Diventa rivenditore, è semplice:
01

Chiamaci al numero
+39 02 3105 9294

02

Contattaci subito in chat qui

03

Apri un ticket di tipo commerciale qui

Contattaci

attivo da Lunedì a Venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18
per comunicazioni in differente orario, compila il modulo. Risponderemo il prima possibile.

    senza categoria

    Nuovo appuntamento con la nostra rubrica sulle biografie dei “disturbatori” della quiete di navigazione sul web.
    Degli Spammer abbiamo già parlato ampiamente in alcuni articoli (Spam e Profili Fake). Questo invio incontrollato e incontrollabile di e-mail di pubblicità (quando va bene), materiale illegale o pornografico o anche vere e proprie truffe, costituisce la stragrande maggioranza delle mail inviate in tutto il mondo ogni giorno.

    spam
    Tu, ogni giorno.

    Ma ciò che non abbiamo mai approfondito è lo sfruttamento delle tecniche di hackeraggio informatico utilizzate per la diffusione impazzita di mail.

    Generalmente, lo Spammer di qualità utilizza gli SpamBot, che si occupano di scandagliare periodicamente il web alla ricerca di indirizzi e-mail, oppure ottenendoli utilizzando speciali algoritmi. Associare nomi e cognomi fino alla scoperta di un indirizzo valido è uno dei metodi più usuali.

    Alcuni Spammer però (i più “brillanti”) hanno accesso ad altre tecniche:

    Un esempio è l’utilizzo di RETI ZOMBIE, utilizzando dei Trojan Proxy (ovvero un server in grado di permettere la navigazione anonima) che consegnano al loro “padrone” gli spam da utilizzare e gli indirizzi verso cui farlo. L’efficienza di questo sistema è grande sotto vari aspetti. Innanzitutto, la distribuzione è anonima e rapidissima, in quando molteplici reti zombie possono inviare migliaia di email nello stesso momento. Infine, sono quasi sempre in grado di non farsi riconoscere dalle tecnologie di blacklist (create per impedire la ricezione di alcuni tipi di messaggi o limitando l’accesso al proprio server da indirizzi email in esso contenuti). Questo genere di spammer è parecchio sfuggevole e le reti zombie sono ancora più funzionali, in quanto difficilmente questi computer sono stati utilizzati per questo scopo in precedenza.

    Lo Spammer modello poi è sempre attento all’attualità e agli eventi importanti, sopratutto sportivi. Come già successo in occasione dei Mondiali di Rio di Janeiro nel 2014, stiamo assistendo ad un progressivo aumento di messaggi spazzatura contenenti fantomatiche lotterie con potenziali vincite incredibili e che ti hanno visto fortunatamente estratto e affrettati dammi tutti i tuoi dati! 

    Chi ci crede?”, dirai tu.

    In realtà, non è così impossibile cascarci. Molto spesso, chi compone queste mail utilizza loghi reali, si informa su promozioni vere create qualche anno prima e si propone come facente parte di organizzazioni realmente esistenti. Non stupirti se tra poco riceverai una mail contenente due biglietti per la finale di Parigi. Il nostro consiglio è di non crederci. Quei biglietti costeranno molto e per comprarli dovrai pagare. Ci spiace.

    Il sito italiano Trackback.it ha individuato i primi 10 Spam-boy più famosi del mondo. Una buona percentuale è russa, terra prolifica di hacker (e anche di produttori di antivirus, a dire il vero). Non sono presenti italiani. Tu ne conosci? Ti è mai capitato di finire nella rete di uno spam?

    Faccelo sapere con un commento qui sotto o nella nostra pagina FB!

    Alla prossima settimana.

     

     

     

     

    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com