Diventa rivenditore, è semplice:
01

Chiamaci al numero
+39 02 3105 9294

02

Contattaci subito in chat qui

03

Apri un ticket di tipo commerciale qui

Contattaci

attivo da Lunedì a Venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18
per comunicazioni in differente orario, compila il modulo. Risponderemo il prima possibile.

    senza categoria

    Se ti chiedessi quale generazione sia maggiormente all’avanguardia riguardo alla conoscenza dell’innovazione digitale e la sua applicazione nel mondo del lavoro, la risposta sarebbe probabilmente la fascia tra i 20 e i 30 anni (almeno questa sarebbe stata la mia prima risposta). Eppure, leggendo i dati emersi da un sondaggio svolto da University2Business, società del Gruppo Digital360, per testare quanto gli studenti delle università italiane siano a conoscenza delle possibilità derivanti dal digitale e quanto sarebbero disposti (se non l’avessero già fatto) a sfruttarle in una possibile nuova impresa, le mie convinzioni sono letteralmente andata in fumo!

    I risultati ottenuti su un campione di oltre 2.000 studenti evidenzia che:

    • Solo il 20% degli intervistati ha gestito almeno una volta un progetto digitale
    • Solo il 25% ha conoscenze tecniche avanzate sulle maggiori innovazioni in campo telematico
    • Solo il 33% è conscio dell’importanza di acquisire e accrescere le proprie conoscenze in materia di sviluppo e programmazione

    La causa di questo deludente risultato probabilmente è da ricercare nella scarsa informazione sulle trasformazioni informatiche che sta avvenendo in questi anni, unito ad un approccio passivo sul mondo digitale, ma qualcuno che prova a cambiare le cose c’è.

    Smart Thinking è un esempio di come la scuola possa crescere attraverso attività di digitalizzazione e allineamento delle competenze alle richieste del mercato. Sviluppato da Samsung, questo progetto può aiutare i più giovani a sviluppare il Computational Thinking, ossia creare semplici prodotti digitali basandosi sui concetti base di programmazione e sfruttando le infinite possibilità garantite dall’utilizzo di un computer. In alternativa (o in aggiunta) alla lettura di un libro stracolmo di teorie, lo studente ha così l’opportunità di esaltare e approfondire le proprie capacità di decision making e problem solving, oltre ad imparare a collaborare e condividere obiettivi in gruppo (puoi trovare maggiori informazioni a questo indirizzo).

    Stesso discorso vale per la sicurezza informatica! Ti ritieni abbastanza informato sui rischi che corre la tua azienda e su come sviluppare un’efficace identità digitale evitando rischi inutili? AVBLOG.it e la pagina Facebook di Avangate possono aiutarti per la maggior parte dei tuoi dubbi! Contattaci!

     

     

    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com